Site Loader
Via XX settembre 1870 n.114, Rimini (RN)
I genitori e l'omosessualità di un figlio | Dott.sa Roberta Calvi Psicologa e Sessuologa

I genitori e l’omosessualità di un figlio

I genitori delle persone omosessuali si trovano spesso in difficoltà ad accettare l’identità sessuale del figlio. O la scelta di quest’ultimo di diventare genitore all’interno di un’unione omosessuale.

Il divario generazionale spesso rende complesso per un genitore comprendere e accettare un figlio che devia marcatamente da quelle che erano (e talvolta sono ancora) le aspettative familiari e culturali circa l’orientamento sessuale e la vita familiare.

Molti genitori si sentono desiderosi di accogliere. Ma fanno fatica a superare i pregiudizi propri ed anche di parenti, amici, conoscenti. Divisi talvolta tra il bisogno di essere dalla parte del figlio e i pregiudizi sull’omosessualità.

Alcuni genitori si sentono in colpa. O pensano di aver sbagliato qualcosa. Altri provano a far cambiare idea al proprio figlio. Altri ancora fingono di aver accettato, ma poi sperano che qualcosa cambi.

I genitori e l’omosessualità di un figlio

La differenza generazionale rende i genitori sprovvisti di strumenti per affrontare i propri sentimenti contrastanti. E’ necessario che questi genitori siano accompagnati in un percorso di accoglimento dell’omosessualità del figlio. Che passa anche attraverso il poter esprimere serenamente le proprie perplessità e i propri dubbi.

E come fare poi se un figlio omosessuale decide di avere un figlio col proprio partner?

Anche in questo caso i genitori vanno aiutati e accompagnati a comprendere e a ritrovare il proprio ruolo di nonni. In un modello familiare nuovo e differente dal loro.

Richiedi un Appuntamento con la Dott.sa Calvi.

Post Author: wp_8597659

Lascia un commento