Site Loader
Via XX settembre 1870 n.114, Rimini (RN)
Omofobia e discriminazione | Dott.sa Roberta Calvi Psicologa e Sessuologa

Omofobia e discriminazione

Da quando l’O.M.S. ha riconosciuto l’omosessualità come una variante naturale del comportamento umano, molti omosessuali si sono finalmente visti riconosciuti il diritto più importante: quello ad essere se stessi.

Alcuni hanno visto riconosciuti anche i diritti civili (matrimonio, adozione). Tuttavia ancora molti passi devono essere fatti per poter sancire una reale uguaglianza.

La società è ancora intrisa di pregiudizi e stereotipi che portano a discriminare gli omosessuali finanche ad arrivare a gesti e comportamenti di violenza.

La discriminazione degli omosessuali prende il nome di omofobia ed ha le stesse caratteristiche del razzismo, dell’antisemitismo, della xenofobia, del sessismo, ecc.

Omofobia e discriminazione

Quella stessa omofobia attraversa e permea le coscienze individuali degli stessi omosessuali generando spesso quella che viene definita l’omofobia interiorizzata.

I pregiudizi infatti fanno parte di un bagaglio culturale trasmesso di generazione in generazione e così quell’omofobia diventa parte del proprio sè. Molti omosessuali negano il proprio orientamento sessuale, non riescono ad accettarlo o vivono nell’ombra e nel segreto il loro amore. Alcuni arrivano anche a sviluppare sintomi per reprimere desideri e sentimenti vissuti come peccaminosi e deprecabili.

E’ fondamentale per costoro essere aiutati ad accogliere e accettare il proprio sentire, a non negarlo, a non nasconderlo e a non reprimerlo. Ristrutturando concezioni obsolete di ciò che caratterizza la femminilità e la virilità. Superando ideologie basate sui ruoli di genere socialmente determinati e sulla superiorità dell’orientamento eterosessuale.

Richiedi un Appuntamento con la Dott.sa Calvi..

Post Author: wp_8597659

Lascia un commento